CORSO PREPARAZIONE ESAME CONCESSIONE DELLA PATENTE DI CAVALIERE DILETTANTE (GENTELMANRIDERS E AMAZZONI)

LA SCUOLA IPPICA ITALIANA OFFRE SU TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO IN CUI SONO PRESENTI IPPODROMI E CENTRI DI ALLENAMENTO LA PREPARAZIONE NECESSARIA PER AFFRONTARE L’ESAME PER OTTENERE LA CONCESSIONE DELLA PATENTE DA CAVALIERE DILETTANTE:

PREPARAZIONE TEORICA
PREPARAZIONE PRATICA
PREPARAZIONE DI TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Gli aspiranti cavalieri dilettanti saranno seguiti da un allenatore professionista e da un tutor durante l’intero periodo della preparazione/tirocinio che si articolerà in un lasso di tempo che varierà in funzione delle capacità tecniche del tirocinante. La durata del tirocinio non potrà essere inferiore a tre mesi durante i quali gli aspiranti cavalieri dilettanti dovranno essere presenti per un minimo di 30 giorni presso l’allenatore professionista indicato dalla Scuola Ippica Italiana e dovranno seguire settimanalmente lezioni frontali di carattere teorico. L’allenatore di concerto con il tutor stabiliranno in base alle conoscenze ed alla preparazione dell’allievo i tempi di frequentazione utili.


Per ottenere la patente di Cavaliere Dilettante l’aspirante deve aver compiuto il 16° anno di età e non aver superato il 40° sebbene questo limite potrà essere elevato per le persone cui siano riconosciute esperienze e competenze nel settore ippico ed in quello dello sport equestre, presentare all’Amministrazione (Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali) domanda di ammissione agli esami (firmata da due cavalieri dilettanti) corredata dai seguenti documenti:

1. Nulla osta dei genitori o di chi ne fa le veci, se l’aspirante è di età inferiore ai 18 anni, con firma autenticata o da un funzionario dell’amministrazione o da un Notaio o da un Segretario di Società di Corse riconosciuta;
2. Due fotografie;
3. Certificato attestante il conseguimento della licenza di scuola media superiore o equipollente o, se l’aspirante ha meno di 21 anni, l’iscrizione e la frequenza a regolari corsi per il suo conseguimento presso istituti scolastici riconosciuti dallo Stato;
4. Certificato penale generale;
5. Certificato dei carichi pendenti rilasciato dalla Procura della Repubblica rilasciata in data anteriore ai tre mesi;
6. In alternativa ai punti 4 e 5, Dichiarazione resa, ai sensi degli artt. 46,47 del D.P.R. n.445 del 28.12.2000, con la consapevolezza delle responsabilità panali previste dall’art.76 del medesimo decreto per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazione mendaci, nonché, ex art.75, della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti dall’autorizzazione ottenuta sulla base di dichiarazione sostitutiva non veritiera, dalla quale risulti se il dichiarante sia sottoposto a procedimenti penali pendenti dinanzi a Procure diverse da quelle territorialmente competenti in basa alla sua residenza;
7. Certificato di idoneità fisica ed abilitazione a partecipare a corse pubbliche rilasciato da Centri, Ambulatori, Istituti della F.M.S.I. (Federazione Medico Sportiva);
8. Dichiarazione indicante l’allenatore professionista, patentato dall’Amministrazione, presso il quale l’aspirante intende effettuare il previsto periodo di tirocinio specificando la specialità nella quale intende montare (piano e/o ostacoli). Tale dichiarazione dovrà essere sottoscritta per accettazione, dall’allenatore prescelto che dovrà indicare la località dove saranno effettuati gli allenamenti. Nel caso in cui l’aspirante sia minorenne tale dichiarazione dovrà essere sottoscritta da entrambi i genitori;
9. In particolari casi l’amministrazione può chiedere attestazione dei propri redditi o della famiglia e di documentare lo svolgimento di un’attività estranea alle attività professionistiche ippiche;
10. In alternativa al punto 9, Dichiarazione resa, ai sensi degli artt. 46,47 del D.P.R. n.445 del 28.12.2000, con la consapevolezza delle responsabilità panali previste dall’art.76 del medesimo decreto per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazione mendaci, nonché, ex art.75, della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti dall’autorizzazione ottenuta sulla base di dichiarazione sostitutiva non veritiera, dalla quale risulti se il dichiarante eserciti o no una professione e/o sia o no titolare di redditi estranei alle attività professionistiche ippiche e/o sia nelle condizioni di cui all’art. 52 comma I del Regolamento delle Corse (ovvero sino o siano stati allenatore professionista, caporale con permesso di allenare fantino o allievo fantino, persone addette ai cavalli, alle dipendenze sia di Scuderie da corsa che da concorso ippico di Società ippiche, di società di caccia alla volpe o di privati, grooms, tutti coloro che governano i cavalli o li portano in pista nei giorni di corse e le persone che abbiano accettato un compenso per montare in una corsa o in una gara, ed inoltre coloro che svolgono un’attività ippica retribuita o che sia iscritto all’albo degli allibratori, sia titolare di agenzia ippica o che abbia con gli stessi un rapporto di lavoro dipendente.

COSTI
Costo iscrizione corso €1.500,00
Per chi intende associarsi alla Scuola Ippica Italiana per l’anno 2017 €1.300,00 oltre Gold Card (tessera che consentirà l’ingresso in arre riservate degli ippodromi che hanno già aderito al progetto, Roma, Pisa e Merano).

ISCRIZIONI
Le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero minimo di 5 partecipanti per ogni sede.
Alla chiusura delle iscrizioni saranno indicati i giorni di svolgimento del corso tramite e-mail.

CONTATTI
Scuola Ippica Italiana tel. 06.71677272 e-mail scuolaippicaitaliana@gmail.com

Per iscriversi è necessario inviare agli indirizzi in calce il modello allegato completato in ogni sua parte.

PAGAMENTI

Coordinate bancarie